.
Annunci online

andreascopetti

LA NAVE “CONCINA” ALLA DERIVA E SENZA TIMONIERE

diario 26/1/2012

La prima giunta del Sindaco Concina ben rappresentava, attraverso i suoi esponenti, le liste che i cittadini orvietani avevano votato permettendogli di andare al governo della città. In particolare Rosmini (254 voti, primo nella lista di Orvieto Libera), Sciarra (236 voti, secondo nella lista di Orvieto Libera) e Zazzaretta (180 voti, secondo nella lista del PDL) erano stati tra i primi eletti nelle proprie liste di appartenenza; Barberani (95 voti) e Calcagni (63 voti), oltre che candidati e portatori di consenso, rappresentavano, invece, i veri artefici e promotori iniziali della candidatura Concina.
Tutti questi, ora, non ci sono più. L’Assessore Calcagni lasciò denunciando: “…Aumenti e tagli con una città che è sporca, piena di buche con l'erba alta che ne fa da padrona….”, “….La giunta e' divisa da sempre e certamente non per mie responsabilita'…..”, “….lascio la politica a chi è più navigato di me, a chi sono quarant'anni che la fa….”, era l’ottobre del 2010 da allora non ha smesso di denunciare inciuci, mancanza di contenuti politici, conflitti di interessi e ricerca e attaccamento alle poltrone, bilanci da apprendisti stregoni e chi più ne ha più ne metta.

L’Assessore Barberani giustificò le proprie dimissioni non riconoscendosi più “..nelle dinamiche politiche e organizzative in atto da tempo, in netta contraddizione con il progetto che aveva portato il Sindaco Concina alla vittoria elettorale…”, siamo al febbraio 2011 e le accuse riguardarono anche la capacità gestionale: “Sul piano amministrativo la compagine assessorile è, nei fatti, da tempo esautorata dalle scelte di governo, sistematicamente elaborate in altri consessi e con altri soggetti al di fuori di quelli legittimamente preposti allo scopo..”; le scelte, denunciava ancora, erano finalizzate soltanto alla ricerca di un “…effimero consenso numerico”.
Arriviamo poi a giugno 2011 le dimissioni dell’Assessore Sciarra rappresentarono il grande rebus, prima date poi ritirate, congelate e scongelate, un teatrino andato avanti per quasi un anno e che ancora oggi non ha avuto spiegazioni da colui che, entrato nella compagine governativa dopo aver “sparigliato le bocce”, rappresentava l’esperto che doveva dare nuovo respiro al turismo e alla cultura orvietana.
Stesso valzer si è ripetuto con l’Assessore Rosmini che ha però chiarito le motivazioni della sua decisione con l’impossibilità, più volte riscontrata, di svolgere la propria attività nel perseguimento delle finalità e del programma che aveva rappresentato la filosofia originaria della costituzione dell'Associazione “Orvieto Libera” e del suo intervento politico.
Infine siamo alle dimissioni dell’Assessore Zazzaretta; già un anno fa privato di alcune deleghe, tra cui il patrimonio, Concina disse che servivano capacità “finanziare” per poterla trattare, e oggi, dopo quasi otto anni di attività amministrativa nel Comune di Orvieto, si scopre stanco e “…di non essere forse all'altezza della situazione…”
In soldoni queste persone che rappresentavano 828 cittadini, oltre il 6% dei votanti, hanno voltato le spalle a Concina e alla sua maggioranza. Tanto basta per porre la domanda: chi rappresenta oggi il Sindaco Concina?
Sicuramente non più la maggioranza degli orvietani; forse soltanto gli interessi, di una parte del centrosinistra, rappresentata da esperti di transumanza trasformista e di chi, in attesa di investiture dall’alto, conferma l’incapacità a costruire una vera e valida alternativa di governo.

Di certo, per rimanere sul tema, ironicamente e inopportunamente sollevato dal Sindaco Concina, la nave è chiaramente alla deriva, priva di timoniere e di governo. Il codice della navigazione prevede in questo caso che coloro che ritrovino l’imbarcazione possono esercitare, su questa, anche diritti di proprietà.
È arrivato il momento che gente di buone idee e lungimirante prospettiva riprenda il governo di questa città e tracci una rotta sicura e ambiziosa.


Comune di Orvieto: La Caserma? DACCELA

diario 17/9/2011

dopo la due giorni di Think Tamk, Destinazione Orvieto Avanti March...la nostra visione di Orvieto si potrebbe esprimere attraverso un semplice T.I.C.- t.A.c, Turismo, Innovazione, Cultura, Ambiente. Per anni si è discusso del Caserma partendo, quasi, dall'assunto che Orvieto dovesse essere funzionale alla rifunzionalizzazione della Caserma Piave. Noi crediamo che sia l'esatto opposto la Caserma deve essere funzionale al Progetto e alla visione di Città che stiamo costruendo. Per raggiungere questa DESTINAZIONE crediamo che ci sia bisogno ancora di tempo. Per ora crediamo che, Associazioni, Categorie e Persone di buona volontà possono unirsi intorno alla proposta di chiede al Comune la Concessione di parte della Caserma per poter svolgere, ampliare, valorizzare e proporre le proprie attività e parallelamente qualificare, mantenere e valorizzare la Caserma Piave......chissà che da questa iniziativa non nasca un pezzo di Futuro?????



permalink | inviato da sostly il 17/9/2011 alle 18:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

il Consigliere Pizzo costa al Comune quanto il Parcheggio costerà ai pendolari

diario 17/7/2011

La scelta della Giunta Concina di mettere a pagamento il parcheggio della Stazione di Orvieto, come già evidenziato da molti nei giorni scorsi, rappresenta una scelta davvero iniqua e scellerata, che andrà a pesare, come una vera e propria tassa sul lavoro, su tutti quei pendolari costretti ad andarsi a guadagnare uno stipendio e soddisfare le proprie ambizioni, di studio e di lavoro, lontano dalla nostra città.
Una scelta difficilmente giustificabile soprattutto nel momento in cui si rileva che le entrate che ne deriverebbero, circa 21.000-25.000€, sono pari al costo annuo, a carico dell'Amministrazione Comunale, del Consigliere Pizzo, per lo svolgimento del ruolo di delegato agli affari di bilancio, competenze a cui dovrebbe far fronte l'assessore Romiti.
La domanda è naturale: è giusto che per pagare un Consigliere Comunale, mettendolo in condizione di svolgere una funzione per la quale è stato incaricato e viene già pagato un Assessore, ci debbano rimettere alcune centinaia di persone?
Le proposte sono molto semplici:
1) il Sindaco Concina nomini il Consigliere Pizzo Assessore al Bilancio, eliminando così un doppio ruolo e un doppio costo;
2) Basterebbe che il Consigliere Pizzo, forte del suo senso civico, espletasse il suo compito senza gravare ulteriormente sulle casse Comunali.
Concretizzando una delle due proposte si rispiarmerebero quei soldi che il Comune oggi chiede ai Pendolari di pagare.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Concina Orvieto Bilancio Risparmi

permalink | inviato da sostly il 17/7/2011 alle 0:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Consigli di Zona? No Grazie

diario 13/7/2011

Martedì 12 Luglio ore 21.00 sala dei quattrocento, palazzo del Capitano del Popolo, il Sindaco Concina e il Presidente del Consiglio Comunale Frizza hanno convocato il forum dei Consigli di Zona del Comune di Orvieto.
Ci dovrebbero essere qualche centinaio di persone, visto il luogo scelto, a malapena si riesce a vedere qualche persona, i Consiglieri di Zona si contano su una mano,tutto il resto, si contano su due mani, sono tutti Consiglieri Comunali.
Siamo di fronte all'ennessimo fallimento di qesto strumento di partecipazione, scelto circa 20 anni fà per migliorare l'Azione Amministrativa e rendere i Cittadini più consapevoli e protagonisti del Governo della Città.
Le colpe sono certamente da attribuire, totalmente, ai vari governi che si sono succeduti e che non hanno mai permesso e favorito l'azione di queste Assemblee, della serie:"mai disturbare il Manovratore".
Oggi è necessario tirare una linea, CHIUDERE l'esperienza dei Consigli di Zona per costruire e favorire nuove forme di partecipazione ,più economici e maggiormente coinvolgenti la popolazione.
Sempre che si voglia persguire il RINNOVAMENTO di un METODO.

Abbi dubbi di SI

gli enologi vengono ad Orvieto e trovano i bagni chiusi e sporchi

diario 12/7/2011

Sabato 9 luglio, in occasione del 120° anniversario degli Enologi Enotecnici Italiani in corso ad Orvieto, alle ore 21 è in programma la cena di benvenuto presso la Fortezza Albornoz.
Ad un certo punto un invitato, in giacca e cravatta, si avvicina ad un cameriere e gli chiede: "scusi, mi puoi dire dove posso trovare il bagno?"; il cameriere gli indica i bagni posti sotto la casa dell'ex custode all'interno della fortezza. poco dopo il signore ritorna e rivolgendosi allo stesso cameriere gli dice: "scusi, ma non vi vergognate a tenere i bagni in quello stato? in parte sono chiusi e gli altri sono ridotti peggio che fogne, complimenti".

Questa è la nuova Orvieto che non massacra di debiti i cittadini, che rinnova e rilancia.

rinnovamento e metodo? NO Sporcizia e Vergogna

(R)EVOLUTION

diario 7/7/2011


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. destinazione orvieto revolution

permalink | inviato da sostly il 7/7/2011 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Stangata di Concina ai Pendolari

diario 6/7/2011

Nonostante lo scorso 3 maggio 2010 il Consiglio Comunale di Orvieto si impegnò, all'unanimità, a non incidere sui costi dei pendolari. Oggi la Giunta Concina decide di mettere a pagamento il parcheggio della Stazione. altro che miglioramento dei servizi!!!! alla faccia delle promessi di treni che, in base al patto con Roma, dovevano arrivare ad Orvieto per migliorare la vita dei nostri concittadini. Il costo annuale del parcheggio se rapportato al costo medio di un abbonamento, andrà ad aumentare del 27,8% il costo per i pendolari.

Rinnovamento e Metodo? NO ANCORA BUGIE


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Orvieto pendolari Concina treni Parcheggi stazione

permalink | inviato da sostly il 6/7/2011 alle 21:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

la Palombella vola....segno dell'Orvieto liberata?????

diario 12/6/2011

sarà il clima di austerity che attanaglia il Comune di Orvieto, sarà l'oppressione che ormai si sente forte in questa città, sta di fatto che nel giorno della Pentecoste, alla presenza di tutte le più importanti autorità cittadine, lo Spirito Santo non scende su piazza Duomo, fa dietro front e vola via  restando a guardare la città dall'alto e lasciando gli apostoli senza luce.
Dopo anni di proteste  di polemiche, lo spirito santo mette d'accordo tutti fornendo la soluzione al grande dilemma.
Primo segnale inequivocabile dell'Orvieto Liberata

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. orvieto pentecoste palombella

permalink | inviato da sostly il 12/6/2011 alle 21:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

Orvieto.... Caos Organizzato

diario 2/6/2011

Piazza del Popolo ore 19.30, 02 Giugno 2011: Regna il Caos
un'intera fila di macchine parcheggiate all'interno delle strisce blu e correttamente munite di tagliando pagato sono letteralmente bloccate, impossibilitate ad uscire, causa una fila di macchine abusivamente parcheggiate fuori dale strisce, di cui nesuna munita di tagliando pagato.
Tra i veicoli bloccati c'è anche quella dell'On. Stefano Rodotà, si cerca di contattare i vigili urbani telefonicamente ma il telfono squilla a vuoto, alcuni si recano direttamente all'ufficio della Polizia Municipale ma trovano tutto chiuso, si chiamano i Carabinieri del 112 di Orvieto che ci dicono che avrebbero intressato i Vigili Urbani.
Morale della favola!!!!!  dopo oltre un'ora e mezza ancora non si è visto nessuno e soltanto l'arrivo di un parcheggiatore abusivo ha permeso di sbloccare la situazione.
Questa è diventata Orvieto con Concina Sindaco.

Rinnovamento e Metodo? no Caos Organizzato

Andrea Scopetti

BREGA, ROSI e altri indagati; e il PD dell'Umbria che dice?

diario 18/5/2011

queste sono le persone che hanno fatto perdere il Comune di Orvieto al Centrosinistra e hanno rovinato e distrutto il Pd. Quanto tempo dovrà passare affinchè un minimo di moralità sia perseguita dal Partito Democratico dell'Umbria? e cosa aspetta il Partito Democratico dell'Umbria a sospendere e cacciare tutte queste persone a cui stanno arrivando avvisi di garanzia a raffica e continuano a rappresantare il partito in tutte le istiuzioni più importanti della regione?
siamo in attesa di novità...........

http://http://www.tuttorvieto.it/leggi_new.asp?idcont=5030